Come smettere di essere compiacenti

di Filippo

Il più grande ostacolo che incontrano i creativi, gli imprenditori, i coach e i proprietari di aziende non è la mancanza di creatività o di visione, ma piuttosto il fatto di raggiungere un certo successo e poi fermarsi. Inconsapevolmente rimangono bloccati in un ciclo di successi e di rilassamento, limitando così il proprio potenziale.

Il termine “successo” è soggettivo e dipende dal vostro punto di vista, ma la fame di ottenere di più è ciò che vi porterà allo step successivo. La chiave è sviluppare una mentalità che vi permetta di non accontentarvi mai di ciò che potete essere.

1. Sii il tuo motivatore quotidiano

La motivazione è interna ed è il vostro più grande strumento per influenzare l’ambiente circostante, ovvero l’esterno. La chiave è non lasciare che gli eventi che accadono intorno a voi influenzino il vostro essere interno. Ciò significa prendere in mano la situazione ed essere responsabili di ciò che si può controllare. Conoscere il vostro perché e il vostro scopo vi aiuta a muovervi in modo strategico e a motivarvi a non abbassare la guardia.

Voi conoscete voi stessi meglio di chiunque altro. Solo voi potete rispondere a quale sia il vostro scopo e fino a dove volete portare il vostro successo. Se volete il successo, dovete agire in modo massiccio per superare gli ostacoli che si presentano. Dalle distrazioni, alle battute d’arresto, ai fallimenti temporanei, dovete rimanere concentrati e andare avanti. Questo genererà resilienza. Siete voi a creare la vostra vita e quanto lontano andrete dipende da voi.

Le tempeste in mare ci saranno sempre, ma sarete in grado di sopravvivere grazie a un piano d’azione. È per questo che dovete fissare degli obiettivi e seguirli fino in fondo per raggiungerli.

2. Mantenere chiaro il proprio scopo

Definire il vostro scopo e riflettere sul vostro passato vi aiuta a riallinearvi con la vostra visione. Ricordate a voi stessi il vostro scopo e verificate se state raggiungendo i vostri obiettivi. Ancora una volta, i vostri obiettivi sono solo vostri e l’essere onesti con voi stessi vi aiuta a determinare se siete dove dovete essere.

Troppe persone si arrendono perché perdono di vista i loro obiettivi o li perseguono solo a metà. Dovete conoscere il vostro perché e assicurarvi che le vostre azioni corrispondano al completamento dei vostri obiettivi, perché nessuno li porterà a termine per voi.

Se avete chiaro il perché, avete chiaro il percorso da seguire. Conoscendo la strada da percorrere, saprete cosa fare dopo e questo vi terrà impegnati e pronti ad andare avanti. Non vi resta che agire e saprete istintivamente cosa fare perché vi siete ricordati della vostra visione.

3. Prevedere una tempistica (e rispettarla)

La vostra timeline è la progressione complessiva della vostra vita. Immaginate una timeline per ricordare il vostro passato.

Create le vostre milestones (pietre miliari). È anche un modo per unire i puntini, per così dire, e darvi una traiettoria per la vostra prossima mossa. Pensate a questo. Ci si diploma, si va all’università, si trova un lavoro e alla fine si ottiene una promozione. Questo, però, è il punto in cui la maggior parte delle persone si ferma, perché si finisce per accontentarsi perché la società dice loro che ormai si ha successo (secondo gli standard della società).

Avendo una visione del proprio successo, si crea una propria linea temporale e si stabiliscono le tappe per arrivarci. Supponiamo che vogliate avviare un canale YouTube. Il vostro primo obiettivo potrebbe essere quello di raggiungere 10.000 abbonati. Poi potete raggiungere 20.000 abbonati, 50.000 abbonati e 100.000 abbonati entro la fine dell’anno. Il segreto è evolversi continuamente e fissare un obiettivo più alto del precedente, invece di togliere il piede dall’acceleratore una volta raggiunto un certo traguardo.

4. Ricorda il tuo passato

Per essere chiari, ricordare il passato non significa vivere nel passato. Ricordare e pensare al proprio passato è una forma di auto-riflessione che aiuta a ridefinire chi si è e chi si vuole diventare. Questo funziona in diversi modi. In primo luogo, si può usare il passato per ricordare i propri errori ed evitare di commetterne di nuovi.

Ma può anche darvi la motivazione per costruire sui vostri risultati precedenti e dare il via a ulteriori successi. Scavando più a fondo, potete creare una visione più ampia e agire sullo slancio creato dai vostri ricordi.

Sfruttare il potere del vostro passato vi permette di imparare dai vostri errori e di trasformare i vostri lati positivi per diventare una persona ancora più grande. Questo vi aprirà le porte per raggiungere il vostro pieno potenziale. Se utilizzate il passato come uno strumento di insegnamento, potete usarlo per completare i vostri punti di forza e guadagnare slancio nel vostro viaggio in avanti.

5. Ogni giorno è un giorno nuovo

Anche se sembra elementare, ogni giorno è un nuovo giorno per imparare dal passato e iniziare bene la giornata. Avere un inizio solido è uno dei modi migliori per rimanere motivati, perché oggi vi dà il potere di ricominciare da capo. Se guardate a ogni giorno come a un nuovo inizio, sarete più motivati ad andare oltre e a impegnarvi continuamente. Ricordate: oggi è il primo giorno del resto della vostra vita.

La maggior parte delle persone ha dei propositi per il nuovo anno, ma chi desidera superare la media può usare ogni singolo giorno come un nuovo inizio per essere migliore. Si tratta di un’idea di mentalità che vi motiva a cogliere ogni giorno e a trasformarlo a vostro vantaggio. Iniziando ogni giorno con un atteggiamento positivo e la volontà di imparare, creerete uno slancio positivo che vi porterà lontano in qualsiasi impresa della vita. Questo vi darà anche la tenacia necessaria per superare qualsiasi ostacolo, perché non sarete impantanati dalle prove e dalle tribolazioni della vita.

6. Focalizzatevi sull’impatto, non sul guadagno

La maggior parte delle persone lavora per uno stipendio, in genere 40 ore alla settimana con qualche straordinario. Tuttavia, scambiare gli euro con le ore di lavoro raramente genera il massimo livello di impatto. Quando si avvia un’impresa e ci si concentra sull’impatto, lo scopo dell’organizzazione e dell’impegno lavorativo cambia in meglio. L’impatto è incentrato sulle persone e cambia la vita, mentre la mentalità della busta paga spesso si traduce nel fare il minimo indispensabile.

Quando si crea un business per servire il maggior numero di persone possibile, si possono fissare e misurare gli obiettivi per misurare il proprio successo. Quando l’attività cresce, si possono fissare obiettivi più alti, creare più materiali didattici e portare l’attività in una nuova direzione. Dovete costantemente alzare l’asticella per assicurarvi di creare il massimo impatto possibile, invece di fare il minimo indispensabile per incassare uno stipendio.

Essere il proprio capo è uno dei modi migliori per creare un impatto diretto sul proprio pubblico di riferimento, costruendo al contempo un seguito. Creando qualcosa, come ad esempio un corso online, si mettono al servizio degli altri aiutandoli a raggiungere i loro obiettivi.

7. Non sentirsi mai arrivati

Va bene festeggiare i successi, ma continuate a puntare a qualcosa di più. Festeggiate pure, ma non cullatevi sugli allori. Gli imprenditori raggiungono il successo rimanendo affamati e sapendo che c’è sempre di più da fare e da imparare.

Non vi sto dicendo di non essere mai felici. Anzi, un’abbondante celebrazione è un ottimo modo per premiarsi per aver raggiunto i propri obiettivi. Il problema è quando ci si lascia prendere dalla gloria e la si usa come stampella per giustificare la pigrizia e la procrastinazione.

Ancora una volta, vi ricordo che ognuno è diverso e che, in ultima analisi, la vostra idea di successo è solo vostra. Il punto che voglio sottolineare è che c’è sempre di più e che bisogna continuare a impegnarsi per raggiungere nuove vette. Diciamo che avete raggiunto un milione di iscritti. Ora, raggiungete la prossima pietra miliare, in modo da non perdere lo slancio che avete acquisito accontentandovi di riposare nella vostra zona di comfort.

Considerazioni Finali

La compiacenza è l’assassino nascosto del successo, perché si basa sulla falsa premessa che avete raggiunto il vostro massimo potenziale e non c’è più nulla da raggiungere. Tuttavia, potete sempre creare qualcosa di nuovo e continuare a essere la soluzione nella vita di un’altra persona. Conoscendo il vostro scopo, mantenendo una visione cristallina ed essendo il vostro stesso motivatore, potete avere un impatto sugli altri e raggiungere nuove vette.

Related Posts

Questo Sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella Privacy Policy. Accetto Ulteriori Informazioni

Privacy & Cookies Policy